Blog: http://pinocchio.ilcannocchiale.it

FORMIGONI: da aspirante leader nazionale a guardiano dei KEBAB

Per chi non l'avesse letto, segnalo questa notiziola sul riformista di oggi (pag. 9), intitolata "FORMIGONI E L'ULTIMA CROCIATA DEI LUMBARD, BASTA KEBAB, NOI MANGIAMO PA' E SALAM".
In sintesi: la Regione Lombardia vuole limitare l'apertura di locali etnici nei centri delle città, con un articolo da inserire nel nuovo piano del Territorio in preparazione. Una nuova legge contro l'apertura (e per la chiusura) dei venditori di kebab nei centri storici dei comuni lombardi.
Il ministro  dell'agricoltura Zaia (Lega Nord) difende questa scelta affermando "Non è una battaglia contro qualcosa o qualcuno ma a difesa del nostro territorio e della nostra agricoltura".
Bene! Non ci resta che aspettare una delibera sul "Pranzo Padano" per i bambini delle scuole e poi potremo dire agli abitanti di Parigi, di New York, di Londra che noi, qui nella libera terra di Padania, siamo riusciti ad impedire che, come da loro, vi sia quella incredibile mescolanza etnica che tanto danno ha fatto alle loro economie!. Ma, ahimè!, zoticoni come sono, non cercheranno nemmeno di comprendere cosa gli diremo...
Certo, per un personaggio politico che aveva serie velleità di succedere a Berlusconi quale leader del centrodestra ritrovarsi ora a discutere su Kebab, ristoranti indiani, cinesi, giapponesi e quant'altro mi pare un finale da commedia all'italiana (li ricordate, quei bei film con Totò, Gassman, Sordi, Manfredi, ecc....?).
Sarebbe ora di porre delle parole chiare su migranti e simili, incominciando a spiegare agli italiani che tornare a trenta anni fa è impossibile e sarebbe comunque deleterio. Già, ma chi è politicamente così fortemente intelligente da farlo?
 Buone cose a tutti.


Pubblicato il 29/1/2009 alle 19.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web